Menu

Che cosa accade a un bambino o a una bambina che sente vacillare l’abbraccio della madre e/o del padre?

La fiducia è un sentimento vitale fondamentale. Avere fiducia significa sentire di poter contare su qualcosa, su qualcuno. Per percorrere quel cammino, più o meno accidentato, che è la vita, sentire fiducia in sé è essenziale, perché fa trovare la forza necessaria. Sentire fiducia è un dono, un dono che ci viene dall’altro.

Quando si nasce, e improvvisamente ci si trova espulsi da quel contenitore liquido che ci tiene raccolti nella materia vivente originaria, a proteggerci dal senso di disorientamento che l’anima patisce è l’abbraccio della madre. Venire nell’abbraccio della madre fa sentire di nuovo accolti, contenuti, e quel tremore che l’anima prova nel venire all’asciutto dell’aria ed esposti alle intemperie del mondo si acquieta. Il pianto del bimbo, che spesso si accende improvviso e lo scuote nel sonno, quel pianto che nessun cibo placa, può essere espressione di quello spaesamento iniziale che si ripete e che un solo cibo può placare: quel nutrimento spirituale che viene dal sentirsi tutto dentro un abbraccio, dal sentire una voce che ti raggiunge e ti fa capire che non sei solo, da quel potersi attaccare al seno che risponde al bisogno di attaccamento all’altro per non sentirsi persi nella solitudine dell’essere.

Leggi l’articolo intero

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *